barman

“Shakerare con Grazia”

22190_1571247449808477_8003588965839445898_n

“Sai, oramai a 74 anni, è stato sufficiente ascoltare la tua voce per capire che sei uomo che butta il proprio cuore oltre l’ostacolo. Ottimo! Con stima dal tuo vecchio collega.”

Questo è solo un piccolo stralcio della dedica che Franco Grazia mi ha scritto sul suo libro speditomi alcuni giorni fa, e capite bene che parlare di Lui è una fra le più belle esperienze che mi siano capitate da quando sono con bar.it.

Per i pochi che non lo sanno questo “nobile” del Bartending mondiale ha origini umilissime, nasce nel 41 a Caltanissetta e fin da piccolo la sua vita risulta essere una sfida, subisce infatti diverse operazioni chirurgiche dovuta alla osteomilelite che però non lo ferma nel prestare servizio nell’attività di famiglia servendo i gelati artigianali e le bibite dissetanti della sua terra. A dodici anni partì per Torino e qui inizia, fra diverse peripezie, la sua mirabile carriera di ba11741881_1447526928905557_985261169_nrman imprenditore aprendo locali sia in Sicilia che in Piemonte con l’aiuto della bella moglie Federica.

Tappa fondamentale fu la sua collaborazione con il grande barman Angelo Zola, fondatore e presidente dell’AIBES e dell’IBA, pioniere del settore ed una vera e propria istituzione del bartending mondiale, con il quale Franco apprese tutti i trucchi del mestiere per intraprendere una carriera sfavillante. Oggi Franco gode del suo meritato riposo ed é presidente onorario del Bellagio Club, associazione senza fini di lucro al quale il Comune di Torino attribuisce il marchio “Buon Bere” e dove uno dei principali fini é la preparazione di barman d’eccellenza provenienti dall’Italia e dal mondo.

Poi la pubblicazione nel 2014 di un opera a dir poco “unica” nel suo genere: “Shakerare con Grazia” realizzata con l’aiuto di suo figlio Gianluca (Presidente del Bellagio Club) dove la vita di Franco si “mescola” ai cocktails di colleghi illustri, vip del jet-set mondiale e la sua profonda conoscenza della professione.

I ringraziamenti di A. Agnelli

I ringraziamenti di A. Agnelli

Il libro nasce da una particolare richiesta a Franco da parte del dottor Umberto Agnelli: “Franco perché non raccoglie i suoi cocktails in una pubblicazione?” Era al St. Andrew di Via Lagrange a Torino. Certo che il primo libro è stato omaggiato al Dr. Andrea Agnelli con una dedica speciale, e la risposta non è tardata ad arrivare: un ringraziamento via posta ed una telefonata.

Ma come lui stesso tende a sottolineare l’umile obiettivo è quello di voler motivare le giovani leve con stile e comportamento per essere degni di rappresentare questa antica arte, riqualificando una professione che sta perdendo alcuni requisiti primari per far posto a stravaganze e voglia di sorprendere a tutti i costi.
Insomma con questo libro Franco vuole stimolare la volontà di tornare ad essere artisti con certe caratteristiche a cui non sì può venire meno: meticolosità, delicatezza, armonia, pulizia, eleganza, intuizione e padronanza delle proprie conoscenze e almeno due lingue straniere.

IMG_0818Lui mi dice che a 74 anni sì sente un “vecchio collega“, io dico che lui é ancora un caposaldo del “Buon Bere” mondiale e che il libro “Shakerare con Grazia” é nel panorama del Bartending una delle pubblicazioni più autorevoli, dove oltre ai tecnicismi e alle ricette si dá il lá a qualcosa di molto più grande, prospettive a cui i futuri bartender così come i loro formatori non possono astenersi da prendere in considerazione.
Fermo restando che i tempi sono cambiati e che bisogna soprattutto agire nei confronti dei consumatori portandoli a conoscenza non solo delle “alchimie” di “piccoli chimici” e di funambolismi vari ma anche che si può e si deve ritornare a “Shakerare con Grazia”.

Per tutti gli utenti iscritti al sito di bar.it che vogliono acquistare il libro “Shakerare con Grazia” possono scrivere via mail a shop@bar.it usufruendo del prezzo speciale di 20,00 € anziché 30,00 € per Gentile concessione della Proprietà e degli Autori.

Share