Classici

Scotch Whisky Cocktails

scotch whisky bar.it

Non essendo molte le possibilità di miscelare Scotch Whisky per creare piacevoli cocktail o long drink, data la loro forte personalità nel gusto, sono relative le combinazioni d’abbinamento. Tuttavia rimangono ancora molto richieste ed apprezzate alcune classiche e antiche ricette.

Affinity
Categoria: short drink pre dinner
Mise-en-place: mixing-glass, ghiaccio
Bicchiere: coppetta cocktail.
Quantità: 5 cl.
Ingredienti:
6/10 scotch blended whishy
2/10 vermouth dry
2/10 vermouth rosso
2 gocce d’angostura
Preparazione: ghiacciare e scolare il mixing-glass, versare e rimestare gli ingredienti, poi versare nella coppetta ghiacciata. 
Commento: un classico che apparteneva al ricettario dell’IBA

Cutty Tail (AIBES Competition 1993)
Categoria: short drink pre dinner
Mise-en-place: shaker, ghiaccio in cubetti
Bicchiere: coppetta cock:
Quantità: 7 cl.
Ingredienti:
4/10 Scotch Blended
3/10 Sciroppo ananas
2/10 Sherry Wine Fino
1/10 Maraschino
5 gocce Bitter Campari
Guarnizione: fettina e foglia d’ananas, ciliegina rossa
Preparazione: shakerare energicamente gli ingredienti, versare nella coppetta ghiacciata e guarnire il bordo del bicchiere.
Commento: la natura degli ingredienti e l’attuale modo di bere gli aperitivi, suggerisce di trasformare questa ricetta on the rocks.

Bairn 
Categoria after drink cocktail
Mise-en-place: shaker, ghiaccio a cubetti
Bicchiere: coppetta cock.
Quantità: 5 cl.
Ingredienti:
7/10 Scotch Whisky
3/10 Cointreau
3-4 gocce Orange Bitter
Preparazione: shakerare energicamente gli ingredienti e versare nella coppetta ghiacciata.

Blood & Sand
Categoria: short cocktail a tute le ore
Mise-en-place: shaker, cubetti di ghiaccio
Bicchiere: doppia coppetta cock.
Quantità: 7-8 cl.
Ingredienti:
3/10 blended scotch whisky
2/10 Cherry Heering
2/10 vermouth rosso
3/10 succo d’arancia
Preparazione: shakerare gli ingredienti e versarli nella coppetta ghiacciata.
Commento: nato negli Stati Uniti per la prima del film di Rodolfo Valentino, è ancora oggi proponibile servito on the rocks.

Bobby Burns
Categoria: short drink pre dinner cocktail
Mise-en-place: mixing-glass, ghiaccio
Bicchiere: coppetta cock.
Quantità: 5 cl.
Ingredienti:
7/10 scotch whisky
3/10 vermouth rosso
3 gocce Bénédictine
twist lemon peel
Preparazione: ghiacciare e scolare il mixing-glass, versare e rimestare gli ingredienti, poi versare nella coppetta ghiacciata. 
Commento: un classico che apparteneva al ricettario dell’IBA

Godfather
Categoria: short drink after dinner cocktail
Mise-en-place: cubetti di ghiaccio
Bicchiere: old fhasioned
Quantità: 5-6 cl.
Ingredienti:
7/10 scotch blended whisky
3/10 DiSaronno Originale Amaretto
Twist di limone
Preparazioneversare e mescolare gli ingredienti direttamente nel bicchiere con ghiaccio
Commento: ricetta per molto tempo compresa nel ricettario IBA, è un piacevole connubio fra lo scotch, da non sostituire con altri, e il nostro tipico e internazionale liquore.

New York Sour
Categoria: long drink
Mise-en-place: shaker, ghiaccio a scaglie
Bicchiere calice grande
Quantità: 10-12 cl.
Ingredienti:
6/10 Blended Whisky
3/10 succo di limone fresco
1/10 vino rosso secco
1 cucchiaino di zucchero
Preparazione: shakerare gli ingredienti con ghiaccio a scaglie senza il vino e versate nel bicchiere ghiacciato, versate in superficie il vino rosso.

Rob Roy
Categoria: pre dinner cocktail
Mise-en-place: mixing-glass, ghiaccio
Bicchiere: coppetta cock.
Quantità: 7 cl.
Ingredienti:
1/2 scotch whisky
1/2 vermouth rosso
1 goccia d’angostura
Guarnizione: 1 ciliegina
Preparazione: si versano gli ingredienti nel mixing-glass raffreddato e scolato, si miscela delicatamente e si versa nel bicchiere ghiacciato.
Commento: il Rob Roy è il più classico cocktail usando il whisky scozzese, si può considerare la versione scozzese del Manhattan, più dolce dell’Affinity. Questo cocktail, come altri preparati con il vermouth, è adatto ad essere preparato all’aperitivo e apprezzato alla sera nelle stagioni fredde.
La ricetta classica suggerisce di mescolare in parti uguali il vermouth e lo scotch e una goccia di Angostura, ma non tutti attualmente condividono queste dosi, la quantità di vermouth è più gradita se ridotta ad 1/3 contro i 2/3 dello scotch in virtù di un adeguamento ai gusti che cambiano della clientela; si adatta anche ad essere servito on the rocks.

Rothmans (IBA Competition 1971)
Categoria: short drink pre dinner
Mise-en-place:mixing glass, ghiaccio
Bicchiere: coppetta cock.
Quantità: 7 cl.
Ingredienti:
5/10 Scotch Blended Whiskey
4/10 Vermouth Punt e Mes
1/10 Crema di Cassis
Preparazione: si miscela nel mixing-glass e si versa nella coppetta ghiacciata.
Commento: attualmente questa miscela è proponibile on the rocks, senz’altro più gradita al giovane pubblico.

Rusty Nail 
Categoria: after dinner short drink cocktail
Mise-en-place: cubetti di ghiaccio
Bicchiere: old fashioned o coppetta cock.
Quantità: 5- 6 cl.
Ingredienti:
6/10 scotch whisky
4/10 Drambuie
Preparazione: colmare il bicchiere di cubetti ghiaccio e versare direttamente gli ingredienti, mescolare, poi spruzzare con l’olio essenziale della buccia di limone e inserirla fra il ghiaccio.
Commento: il nome di questo cocktail, nato negli Stati Uniti, significa chiodo arrugginito, oggi è servito come tanti altri classici on the rocks alla moda americana, ma se servito alla fine di una cena come drink digestivo, sarebbe molto più gradito se miscelato nel mixing-glass, versato nella coppetta fredda e spruzzato con la scorza di limone. Questo cocktail fa parte di una serie di miscele combinate fra un distillato e un liquore, esempio: B.B. Alaska, Black Russian ecc., formule indicate dopo cena per la loro semplice combinazione fra distillato e liquore di gusto più o meno dolce regolando la quantità del liquore.

Share

Categories: Classici

Tagged as: , , ,