Report

MILANO MARITTIMA RINGRAZIA PEPPINO MANZI E IL SUO CLUNY AMERICAN PIANO BAR

 

20160816173824014.pdf

Il 14 agosto del 1912, nasceva la località più glamour della riviera adriatica, Milano Marittima e con una serata si è voluto celebrarne il mito anche grazie alla presenza di chi, come Peppino Manzi, ha reso grande la città col suo locale.

Il Cluny American Piano Bar di Peppino Manzi è stato uno splendido esempio e precursore di uno stile che rimarrà per sempre l’alba del bartending italiano, polo d’attrazione non solo per i clienti che amavano bere bene ma anche di aspiranti bartender che venivano a “sbirciare” come lavorava Peppino e il suo staff.

Il tutto sotto la supervisione di una grande donna, “la donna del Cluny” una delle prime barlady d’Italia: la SIGNORA Luisa Manzi, amica, mamma, confidente e vera imprenditrice che ha affiancato il suo uomo per oltre 50 anni di matrimonio sia professionale ma soprattutto come moglie fedele e amorevole.

Per 40 anni il Cluny ha dato vita a notti esclusive, ospitando artisti, calciatori, attori e una clientela raffinata che amava gustare ottimi cocktail e ascoltare buona musica. Le immagini del Cluny sono ancora vive nella memoria, con il piano bianco a coda in un angolo del locale, i dolci drink da assaporare e il lento passeggio sul viale e sulla rotonda centrale.

Peppino Manzi e il suo Cluny American Piano Bar hanno contribuito a rendere Milano Marittima una delle località balneari migliori al mondo: una fama costruita negli anni con professionalità, dedizione di commercianti e pubblici esercizi. “Ognuno di noi”, ricorda Peppino, “con inventiva, originalità e capacità, fidelizzava clienti italiani e stranieri”.

mi ma

Ora i tempi sono cambiati, e spesso nei bar regnano clienti senza personalità. Cervia – Milano Marittima ha però un Sindaco giovane e attivo, Luca Coffari, che sta lavorando per riqualificare il mondo del bar e dell’offerta commerciale e che in una serata speciale ha invitato Peppino Manzi a raccontare il suo passato, assegnandogli pubblicamente un encomio per la sua intramontabile carriera.

Dopo tanta storia, segnata da grandi successi, che ha gettato le basi del bartending italiano, quello che ci lasciano Peppino, sua moglie Luisa e il Cluny American Piano Bar, sono la modestia e la semplicità di due persone “vere” che nulla hanno da spartire con la saccenza e la presuntuosità di un nuovo modo d’interpretare la professione del bar.

IMG_8836IMG_8848Senza titolo-1

Share