Report

London Cocktail Week: il nostro racconto – parte 3

Come ogni anno ad ottobre, Londra ha accolto il più grande evento della Gran Bretagna dedicato ai cocktail e ai migliori prodotti del settore presenti nel Regno Unito, il festival London Cocktail Week.

Andiamo ora a visitare i bar agli altri piani. Al primo piano c’era il Gin Tanqueray N.10 nella Future Forest, un Art Deco Bar con un piccolo giardino di rare erbe botaniche. Il barman ci ha spiegato che non solo era possibile toccarle con mano e stimolare l’olfatto, ma erano dedicate a creare cocktails personalizzati durante la Gin Masterclass. Al piano superiore c’era #lovescotch, un pop-up tutto dedicato al Whisky. C’erano anche il Lagavulin, Talisker, Singleton e Cardhu, (tutti Single Malt Scotch Whisky che appartengono al portfolio di Diageo).

In questo bar non c’era un menù, ma molti sciroppi di zucchero fatti in casa con i gusti più bizzarri, anche qui non ho avuto l’opportunità di partecipare alla masterclass, ma mi è stata offerta l’opzione di utilizzare lo sciroppo di zucchero a mia scelta con le mie bitters preferite e creare il mio old fashion personalizzato. Intrigante anche la Ketel One Kitchen, siamo in una cucina stile olandese, e mi viene spiegato che durante la masterclass vengono fatti Bloody Mary futuristici, la sfida di questo workshop era ancora la percezione del sapore, temperatura, e spezie creando le loro infusioni.

Comunque, tempo scaduto! Il Chivas Regal Blended Scotch Whisky pop-up mi stava aspettando in Old Street per scoprire l’arte del Whisky Blending. Qui potevamo creare il nostro whisky guidati dagli esperti della cantina Chivas. Durante la masterclass, hanno prima introdotto le note degustative dei loro rispettivi blend di Grain, Lowland, Islay, Highland e Speyside, dopo ci hanno svelato qualche trucco dei master distillers mettendoci in condizioni di creare il nostro Blended Whisky… è stato, diciamo, un laboratorio speciale dove concludere in bellezza la London Cocktail Week 2016.

Se l’anno prossimo vi trovate a Londra per il mese di ottobre, potete trovare il modulo d’iscrizione su www.drinkup.london, per coloro che sono attivi nel settore, ovvero, bartender e consulenti il pass non ha costo, dovete solo registrarvi per il “trade pass”, per gli amanti del bere bene invece il pass ha un costo di £10.00. Per concludere, vorrei sottolineare che in qualunque festival, o durante lo svolgimento della nostra attività; essendo dei professionisti siamo responsabili sia per la nostra vita che per quella altrui. Beviamo quindi e facciamo bere sempre responsabilmente e non dimentichiamo mai anche una bottiglia d’acqua!

Cheers everyone!

Share

Categories: Report

Tagged as: , , ,