Vino

Il sommelier del futuro è un robot! Ma sarà davvero meglio di un umano?

Stanchi dei soliti consigli su quale vino abbinare ai vostri piatti? Ecco il robot sommelier, una macchina con intelligenza artificiale creata dagli studenti dell’alberghiero di Biella.

Cosa c’è di meglio di un sommelier attento, preciso, che fornisce informazioni puntuali su quale vino abbinare? Nasce da Biella, grazie agli studenti dell’alberghiero, il nuovo robot sommelier, che grazie all’intelligenza artificiale ha le stesse conoscenze di un umano: fa analisi chimica ed organolettica, conosce il vitigno, temperature di servizio ed abbinamenti; già dall’etichetta è in grado di presentare il vino!

robot sommelier

Il nuovo robot sommelier ha particolari sensori che gli permettono di calcolare livello di acidità, solfiti, alcol e colore, oltre a disporre di sistemi per il riconoscimento visivo che gli permette di riconoscere calici e bottiglie. Il robot memorizza le etichette ed assaggia il vino, dando giudizi e recensioni simili a quelli di un umano. E non è tutto: il robot è una sorta di assistente virtuale che colloquia con chi gli sta davanti! Se gli fate una domanda il robot risponde, e se collegato ad una rete wi-fi, cerca nuove informazioni per aggiornarsi costantemente. Certo, una macchina che non potrà mai sostituire l’uomo, ma che può essere uno strumento utile in una cantina, e che indica comunque lo sviluppo 4.0 che sta toccando anche il mondo dell’agroalimentare.

Share