Locali

I migliori bar di Sydney: The Barber Shop

bar-sydney

Un viaggio tra i migliori locali di Sydney per conoscere l’ambiente, l’arredamento, i cocktail, le ricette, gli ingredienti migliori. Iniziamo con The Barber Shop, un locale che è un tuffo nel passato a base di Gin!

The Barber Shop, a Sydney, è un ambiente dal sapore antico

The Barber Shop, a Sydney, è un ambiente dal sapore antico

Per superare la crisi occorrono idee nuove. Bisogna attirare i clienti non solo con qualità dei prodotti e la professionalità, le quali rimangono la base del “locale vincente”, ma anche con novità e idee geniali. Mike Enright, proprietario del locale “The Barber shop”, è riuscito a distinguersi tra i milioni di locali qui a Sydney ottenendo anche diversi premi e riconoscimenti come “Bar of the year” e “ Bar personality”. L’idea è molto semplice: dall’esterno sembra un barbiere americano stile anni ’50, dove è possibile ricevere tutti i servizi, dal taglio alla cura della barba, il tutto rigorosamente con utensili del passato.

Superata la prima zona attraverso una piccola rampa di scale, il locale si apre mostrando la sua anima, un lungo bancone in legno con una variegata esposizione di Gin (ingrediente maggiormente utilizzato nel locale), Whiskey e rhum. La sensazione è quella di essere tornati indietro nel tempo, tutto l’arrademento, il menù e perfino la cassa provengono da un altra epoca e questo permette al locale di distinguersi attirando sempre più clientela.

Il menù cocktail di The Barber Shop

Il menù cocktail di The Barber Shop

Squisito il loro “Apple, celery & ginger fizz” (mela, sedano e zenzero) realizzato con liquore di sedano homemade, Lairds applejack, ginger e sidro di mele; molto famoso anche il “Razorblade Rattlesnake” (Rasoglio del serpente a sonagli – il nome in italiano come al solito non suona bene), preparato con Jim Beam rye whiskey, limone fresco e semi di finocchio al miele. La ricetta più creativa che attrae la curiosità di moltissimi clienti è il “Blood & Bandages” (sangue & bende), vivido mix di cremisi, è preparato con Ilegal Mezacal morello-infuso, cherry brandy, campari, arancio e limone.

Un’idea che può in principio sembrare banale, si trasforma così in quel business vincente che in soli due anni ha conquistato tutta Sydney.

 

lorenzo-caponi

LORENZO CAPONI, inizia a lavorare nel mondo dell’hospitality a 17 anni come cameriere, e per motivi di studio si sposta di città in città trovando sempre nuove possibilità lavorative. In più di un’occasione viene messo dietro al bancone e, affascinato, decide di intraprendere più di un corso barman per approfondire le sue conoscenze. Sempre con occhio attento cerca di rubare l’esperienza e le tecniche di Barman professionisti con cui entra in contatto, tra cui Peppino Manzi e Fabio Renzetti, creatore di Bar.it e suo mentore. A 21 anni trascorre 10 mesi a Bruxelles con l’Università e perfeziona l’inglese, con cui guadagna la possibilità di lavorare in tutto il mondo. L’anno successivo si trasferisce a Sydney dove i suoi sforzi vengono premiati: viene assunto in uno dei più famosi club della città, il “Marquee”. Muoversi di città in città gli permette di visitare locali di tutti i tipi, che inizia a recensire cercando di far vivere al lettore i sapori, i colori e le emozioni dei locali più affascinanti e innovativi di tutto il mondo.

Share