Cocktail

I cocktail “cipriati” al cardamomo

CAM00534~2

Diffusa fin dai tempi dei Greci e dei Romani, il cardamomo è oggi una spezia tra le più usate e conosciute e, dopo zafferano e vaniglia, la più cara al mondo.

Chiamata anche la “spezia cipriata”, un tempo era usata per produrre profumi, e il frutto si presenta come una capsula che contiene semi marrone-nero. L’intera capsula viene conservata essiccata e, al momento dell’uso, viene rotta e ne vengono estratti i semi, sciolti o miscelati. In India ed in Iran, il cardamomo viene largamente utilizzato come medicinale, per curare infezioni a denti e gengive, malattie della gola ed alitosi e problemi digestivi in genere.

CAM00560~2

Vodkatini al cardamomo

Vediamo, però, il suo utilizzo in cucina e nel mondo della miscelazione. Ottimo per aromatizzare i caffè, insaporire dolci e nelle miscele di spezie, va tenuto presente che il suo è un gusto intenso e molto aromatico. Insaporisce il riso nella cucina indiana e la carne in quella vietnamita.
Di seguito, invece, due modi di usare il cardamomo nella preparazione di due cocktail che presento frequentemente, e con buon successo, nel mio locale.

Vodkatini al Cardamomo:
– 6cl di vodka
– 1,5 cl di lime spremuto
– 3 cl di zucchero homemade
– 2 bacche di cardamomo

Mettere nel mortaio 2 bacche di cardamomo e pestare grossolanamente. In un tumbler, aggiungere poi la vodka, il cardamomo pestato e lasciare in infusione per 3-4 minuti, in modo che lo spirito catturi le proprietà organolettiche della spezia. Nel frattempo, ghiacciate una coppa Martini. Passate poi, con un colino, a setacciare la vodka, in modo da eliminare i residui legnosi. Aggiungete lime, limone, zucchero, ghiaccio e shakerare il tutto. Una volta versato il contenuto, decorate la coppa Martini con fiori d’arancio e bacche di cardamomo.

CAM00561~2

Americano speziato

Americano speziato:
– 3 cl di Campari Bitter
– 3 cl di Vermouth Antica formula Carpano
– soda

Inserire nel mortaio un pizzico di pepe, cannella, 1 bacca di cardamomo e 1 anice stellato. Pestare e mettere il tutto in un tumbler con gin, Campari, Vermouth e lasciare in infusione per 4-5 minuti. Setacciare poi, con un colino, la miscela in un tumbler. Aggiungete ghiaccio, una spruzzata di arancia, scorza di limone e bagnare i bordi con arancia. Decorare con un baccello di vaniglia e servire senza cannuccia.

 

11049635_892571624122656_6415857609021213822_n

AZZURRA DETTO, ascolana di nascita e maceratese di adozione. Con le prime esperienze lavorative si appassiona al mondo dei cocktail, in particolare all’utilizzo delle spezie nella miscelazione. Attualmente gestisce il Doppio Zero Lab, un delizioso bistrot nel centro di Macerata.

Share