Report

“Gelato World Tour”: la fotocronaca, i finalisti e le ricette…

Si è conclusa con un buon successo di partecipanti la tappa di Macerata del Gelato World Tour by Carpigiani. La kermesse dei gelatieri si è svolta presso lo storico concessionario Domenico Paccaferri, che dagli anni ’60 accompagna i propri clienti con i migliori marchi del settore.

La sezione italiana della competizione è il “Gelato World Tour Italian Challenge”, che conta già ben 26 tappe di selezione con oltre 500 gelatieri che si sono sfidati in tutto il nostro Paese. Una competizione itinerante nelle sedi dei concessionari Carpigiani alla ricerca dei migliori gelatieri italiani che si contendono gli 8 posti a disposizione per la finale del 23 e 24 marzo ad Anzola Emilia, all’interno del Campus della Carpigiani Gelato University. Tantissimi gelatieri si sfideranno a colpi di gusto e spatola.

Alla competizione hanno partecipato gelatieri/artigiani ed hanno presentato gusti nuovissimi ed originali ad una giuria capitanata dallo Chef Stellato Michele Biagiola e dai giornalisti Mauro Giustozzi e Donato Bevilacqua e da professionisti del settore, e rappresentanti delle aziende. 

I gelati presentati sono stati tutti di grande qualità, alcuni con un forte legame col territorio. Molto belle le presentazioni e le decorazioni, che non hanno trascurato l’attenzione alle materie prime e alla struttura.

Dopo lunga “camera di consiglio”, dove i giurati hanno assaggiato gli oltre 20 gusti di gelato, hanno valutato miglior gusto, miglior struttura e miglior presentazione, sono stati proclamati vincitori Luigi Moscatelli Gallone della omonima gelateria Gallone di Porto Recanati e Antonio Russo della Gelateria Biancamenta di Porto Recanati che accederanno così alle finali in programma il prossimo 23-24 marzo.

Nota di merito a Danilo Ciciliani che per un solo punto non si è classificato fra i finalisti ma che comunque ha favorevolmente impressionato la giuria.
Un ringraziamento va a tutti i partecipanti che hanno preparato mantecati veramente particolari ed originali qui di seguito i nomi, posti di lavoro e gusto di gelato di tutti i gelatieri:

Lorenzo Zoppo – Gelateria Zoppo – Sogno d’Oriente

Cristina Giorgietti – Gelateria Giorgietti – Yogurt della Nonna

Massimo Bellesi – Gelatomania – Le vie della Seta

Corrado De Leonardis – Gelateria Veneto – Dolce Nero

Luigi Moscatelli Gallone – Gelateria Gallone – Crispiano

Daniele Verdinelli – Gelateria Stile Libero – Cremino

Nicola Paparini – Basium – Gelato Funzionale all’Avena

Danilo Ciciliani – Arena delle Luci – Crema all’Arancia

Giorgio Valeri – Piazza Caffè – Crema all’Uovo

Antonio Russo – Biancamenta – Delizia al caffè

Guido Passari – Gelateria By Nice – Zabaione con passito

Elisa Martini – Gelateria Martini – Gofio Canario

Simona Calò – Gelateria Acquolina – Latte Imperiale

Laura Zuccaro – Genuine – Salsedine

Pierpaolo Mazzaferro – Terrazza sul Mare – Amandovulo

La cosa principale che un concorso del genere ha messo in evidenza, è comunque la conferma che il mestiere del gelatiere è ancora un traino forte per il settore horeca in Italia. I professionisti, per definirsi tali, devono studiare, aggiornarsi e mai tralasciare l’attenzione al cliente, in un percorso che, si spera, possa tornare ad essere quanto più rivolto all’artigianalità.

Share