Impresa Bar

Come aprire un bar: ecco tutto ciò che devi sapere

come aprire un bar

State pensando di aprire un bar? Sapete quali sono, passo dopo passo, le azioni che dovete effettuare per aprire un nuovo locale? Vi indichiamo di seguito quali sono documenti, requisiti ed obblighi per dare il via ad una nuova attività. 

Per pubblici esercizi si intendono i locali in cui l’accesso è libero a chiunque ed in cui si svolge un’attività imprenditoriale, L’art 64 della Legge Regione Lombardia 6/2010 definisce la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande come la vendita per il consumo sul posto, ovvero tutti i casi in cui i clienti consumano i prodotti nei locali dell’esercizio. La Regione Lombardia non prevede alcuna distinzione tra le tipologie di somministrazione, creando un’unica tipologia: esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande, comprese quelle alcoliche di qualsiasi gradazione.

Cosa occorre fare per aprire un bar?
Per aprire un Bar o Ristorante occorre predisporre una pratica SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività) da inviare telematicamente al Comune come prescritto dal D.p.r. 160/2010, allegando quanto segue:

  • la dichiarazione sul possesso dei requisiti MLI di tutti i soggetti obbligati,
  • la planimetria in scala 1:100 la quale deve obbligatoriamente riportare i Mq,
  • le altezze e le destinazioni d’uso per ogni locale,
  • la comunicazione in forma semplificata di dichiarazione sull’impatto acustico,
  • il cartello orari,
  • la dichiarazione possesso dei requisiti professionali.

come aprire un bar

Quali sono i requisiti professionali necessari?
Il Titolare/Legale Rappresentante o eventuale Preposto deve essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, o di altra scuola ad indirizzo professionale, almeno triennale, purché nel corso di studio siano previste materie attinenti al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti; oppure deve aver prestato la propria opera, per almeno due anni negli ultimi cinque, presso imprese esercenti l’attività nel settore alimentare. Oppure deve aver frequentato il corso professionale per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti riconosciuto dalla Regione o essere iscritto al REC di cui alla L. 426/71 per i gruppi merceologici alle lettere A B E C dell’art. 12, c.2 del DM 375/88 presso la CCIAA.

Ci sarà anche un’insegna esterna?
Nel caso in cui si voglia apporre un’insegna esterna al proprio bar o ristorante bisogna ricordare che quest’ultime vengono regolamentate da norme comunali che vengono applicate obbligatoriamente alle insegne che superano i 5 metri. Esistono delle imprese, come Cosmilano, che si avvalgono di tecnici specializzati. Queste imprese possono aiutare i futuri ristoratori a presentare le pratiche SCIA e a regolamentare anche questo aspetto dell’impresa.

come aprire un bar

Esposizione della SCIA
La copia della SCIA presentata deve essere tenuta esposta nel luogo dove si esercita l’attività a disposizione degli organi preposti al controllo.

Per maggiori informazioni:
Cosmilano srl
Via Rembrandt 22
20148 Milano (MI)
Tel: 02.4048930
Fax: 02.48702420
Lun – Ven 8.30 – 13.00 / 14.00 – 18.30
Info Whatsapp: 3487375100

Share