barman

Che cosa serve per essere un vero Barman?

diventare barman bar.it

Una lettera indirizzata a tutti i giovani che hanno in mente di lavorare sul magnifico palcoscenico del bar.

Sì miei cari amici, dico palcoscenico perché per me coloro che lavorano in un locale, è come se si trovassero all’interno di un bellissimo e grande teatro dove non si è solo primi attori ma anche registi, scenografi, artisti e creatori di splendide opere d’arte: i drink che ogni sera proponiamo pieni di profumi, spezie, colori e soprattutto fantasia.

piergiorgio la chioma bar.it

Piergiorgio La Chioma con le sue creazioni

Però in tutto ciò non bisogna mai peccare di presunzione, mettendosi su di un piedistallo, proprio perché il nostro lavoro è in continua evoluzione e non si finisce mai di imparare. Se posso permettermi, visto che oramai sono 35 anni che svolgo questa meravigliosa professione, di cambiamenti ne ho visti e fatti, e continuo a farli per poter restare al passo con i tempi. Volevo dare un piccolo contributo alle future leve consigliando, se si decide di intraprendere questa carriera, di frequentare corsi professionali per investire sulla propria vita e fare quello che è per me il lavoro più bello. Essere barman ti permette di conoscere gente, di fare di un divertimento un lavoro e di crederci così tanto da proseguire contro tutto e tutti, persino contro il terremoto che nel 2009 ha distrutto il centro storico de L’Aquila.

Ricordate sempre che la passione deve accompagnarsi ad una giusta preparazione professionale, che solo corsi di livello possono garantirvi. Poi viene la fase della messa in pratica, della gavetta, anche quella importantissima. Un giorno ti svegli e ti accorgi che un piccolo mestiere può diventare il lavoro di una vita. Coltivi l’interesse giorno dopo giorno e ti appassioni sempre più. Negli anni non dimenticate mai di continuare a formarvi, ad aggiornarvi anche da soli! Possono servire libri, viaggi, conoscenze sempre nuove. Essere barman è tutto questo, ed è oggi la soddisfazione che vedi negli occhi dei clienti, che ancora entrano nel mio locale pieni di gratitudine e di voglia di vivere momenti di piacere, così come solo noi nel palcoscenico dietro al bancone, sappiamo dare!

 

la chioma bar.it

PIERGIORGIO LA CHIOMA inizia a sentire la passione per questo lavoro nel 1983, come militare, presso il Circolo Ufficiali di Milano. L’interesse e la voglia crescono giorno dopo giorno ed inizia un percorso di documentazione personale ed esperienze lavorative. Dopo un corso di formazione nel 1999, nel 2000 sostiene l’esame di abilitazione a barman. Inizia così a partecipare a vari concorsi e nel 2003 diventa gestore di un locale nel centro storico de L’Aquila, dove lo chiamano Zio Piero.

Share