Trendy

Cachaca e Caipirinha il “modus bibendi” do Brasil!

The-Brazilian-Caipirinha bar.it

Con l’avvento del turismo verso il Brasile negli anni ’70, oltre al Carnevale di Rio, si è venuto a conoscere anche l’altra tradizione del luogo: la bevanda nazionale, la “Cachaça” (l’Aguardiente de Caña brasiliano), la bevanda dell’agricoltore, e il “Caipira”, che è la base alcolica del Caipirinha.

 Ed ecco ad una delle bevande caraibiche che più mi piace, da bere e proporre, nelle stagioni e ambienti adeguati. Non difficile da preparare una volta scelti i giusti ingredienti.
Personalmente imparai ha prepararla agli inizi degli anni “70, perché una compagnia di 60 fra ballerine, ballerini e suonatori brasiliani, si esibivano in un pubblico spettacolo davanti al mio bar in centro a Milano Marittima.

Affluirono in gran massa al banco, (in gran parte prima dello spettacolo, ma anche dopo), chiedendomi questo drink, di cui ne avevo conoscenza solo per averlo letto nei ricettari, ed alla mia costernazione nell’affermare che non avevo i lime loro non fecero molta differenza nel suggerirmi di usare i limoni e non lo zucchero grezzo di canna, ma il semolato bianco.

Dopo questa diretta esperienza con i brasiliani ne feci nel bar un mio drink di novità: schiacciando lime e zucchero direttamente in un classico ballon grande da cognac, se si pigiano gli ingredienti al centro, sopra lo stelo, il bicchiere non è fragile, ed il risultato è eccezionale anche nella presentazione.

Che ne dite a proposito di questo drink è ancora molto richiesto ed apprezzato e da quale tipo di clientela?
E voi come la preparate?

Di seguito alcune ricette inerenti…

Caipirinha
categoria: caipirinhas a tutte le ore – dissetante
preparazione: direttamente nel bicchiere con ghiaccio a scaglie e cubetti
bicchiere: old fashioned grande
quantità: 1 dose di alcool (4 – 5 cl.) assieme al ghiaccio e al lime
ingredienti: Cachaça (aguardiente de caña brasiliano)
1 lime (abitualmente viene usato solo ½ lime
2 cucchiai bar di zucchero di canna semolato bianco
Preparazione: al lime vanno tagliate le estremità e la parte bianca centrale, che è amara, e poi viene tagliato in 12 pezzetti, si mette la metà (6 pezzi) nel fondo del bicchiere e si ricoprono con lo zucchero; con un pestello di legno si pigiano in modo da far uscire il succo del lime e l’olio essenziale (contenuto nella buccia del lime) e in parte sciogliere  lo zucchero.
Riempire il bicchiere di ghiaccio a cubetti e scaglie: l’aggiunta del ghiaccio in cubetti fa sì che quello in scaglie non si sciolga velocemente.
Versare la dose di Cachaça e mescolare bene. Aggiungere due cannucce corte.

Caipira sensala (Caipirinha alla frutta)
Preparazione: preparato come il Caipirinha, con aggiunta di ananas tagliato a fettine, con zenzero e chiodi di garofano.

Caipiroska, con sostituzione della Vodka bianca al posto della Cachaça

Caipiroska alla fragola, con una base di Vodka bianca, a cui si aggiungono alcune fragole fresche da pigiare assieme al lime. Viene realizzato anche con succo di fragola, estratto o sciroppo di fragola.

Caipiroska alla pesca, con una base di Vodka alla pesca e guarnito con fettine di pesca fresca o con Vodka bianca ed estratto di frutta (pesca)

Caipirissima
, con una base di rhum bianco in sostituzione della Cachaça

Caipirissima negrita
la base di rhum bianco sostituita da rhum ambrato o dorado, più saporito

Caipirita
con una base di tequila bianca

Caipirita añejo con tequila scura

Share