Senza categoria

5 Pasticcerie Italiane per Celiaci!

 

L’intolleranza permanente al glutine non è  più un problema per gli appassionati di dolci!

Vi raccontiamo 5 pasticcerie per celiaci, tutte certificate Aic, che renderanno felice e appagato ogni goloso che si rispetti. Chi soffre di celiachia non deve semplicemente escludere dalla dieta alcuni alimenti, ma deve anche fare attenzione alle contaminazioni da parte di farine aventi glutine all’interno come orzo, kamut, frumento, farro, spelta, triticale. Per questo l’Associazione italiana celiaci (Aic) ha istituito una certificazione, visibile agli acquirenti tramite il marchio della “spiga barrata”, che segnala prodotti che assicurano la completa assenza di glutine, perché lavorati in ambienti privi di possibilità di contaminazione.

Le 5 pasticcerie che elenchiamo sono all’interno della guida del Gambero Rosso Pasticceri e Pasticceria, si misurano anche con la pasticceria classica oltre che con quella per celiaci, lavorando i prodotti in laboratori separati,  e con prodotti certificati.

 

Siani senza Glutine, Napoli.

Due punti vendita a Napoli, nati per venire incontro alle esigenze sempre più crescenti  esclusivamente dedicati al gluten free, che fanno sempre il pienone. Il glutine è presente in moltissimi ingredienti, e il rischio di contaminazioni è alto. Pertanto il loro  laboratorio di produzione è stato completamente realizzato nel rispetto delle norme vigenti, escludendo qualsiasi tipo di contaminazione. Le conoscenze acquisite consentono di realizzare oltre che alimenti senza glutine, anche specialità senza uova, senza latte e derivati. Da Siani si possono acquistare pane di vario tipo, pasta fresca, torte classiche e da cerimonia, ma anche prodotti della gastronomia partenopea come il tortano, i babà, le pastiere, gli struffoli. Vasto l’assortimento della linea prima colazione: dalle brioches ai croissant, passando per crostate e tartellette alla frutta!

 

Corsino 7 (Palazzolo Acreide), Siracusa.

Dall’idea di far degustare la pasticceria tipica siciliana anche a chi non mangia glutine, dall’idea di raccontare la naturale bontà della frutta secca attraverso prodotti esclusivi, nel 2016 nasce Corsino N°7, un concept store dove puoi acquistare sfiziosità da gustare o regalare. Due ambienti di lavoro separati, nel pieno rispetto di chi soffre anche per la minima possibilità di contaminazione degli alimenti con il glutine. La frutta secca del territorio è l’ingrediente protagonista della produzione di Corsino N° 7: pralinata, in versione bon bons (candita e ricoperta di cioccolato), trasformata in creme spalmabili, come quella noci e cannella. Sono molto apprezzate le mandorle speziate al timo delle campagne iblee e la crema spalmabile al pistacchio, ma qui si producono anche le specialità della tradizione siciliana come biscotti di mandorla e croccanti, frollini, brioches per le granite, torte classiche e moderne, cannoli di ricotta, tutto realizzato esclusivamente con farina di riso.

 

Pasticceria Navotti, Milano.

Il titolare della pasticceria omonima, Alessandro Navotti ha sviluppato in vent’anni  la sua idea di laboratorio gluten free, sulla scia della sua esperienza personale.  Sensibilità ed attenzione alle intolleranze non solo nei confronti del glutine, ma anche al lattosio, alle uova o alla frutta secca. Più che una scelta di mercato la decisione è nata e si è basata sulle necessità della clientela. Da quattro anni al timone della produzione, Alessandro propone creazioni a partire da farine naturalmente prive di glutine (di riso mais, miglio, legumi o quinoa) e spesso anche senza latte, uova e zuccheri raffinati, cercando  sempre di trovare la soluzione migliore per far sì che il cliente possa gustare il suo dolce in maniera spensierata, senza preoccuparsi di cosa potrebbe fargli male. La vetrina dei Navotti è un vero trionfo di colori e varietà: brioches, mignon, biscotti, tronchetti, sfoglie, cannoncini crostate e torte di ogni genere.

 

Napoleoni gluten free, Roma.

Tre diverse generazioni si sono succedute alla guida di questo locale, nel quartiere Appio di Roma. Ma dal 2008 la famiglia Cavalieri ha deciso di affiancare il laboratorio gluten free alla produzione classica: una scelta dettata da esigenze di alimentazione e da una esperienza personale. Infatti nel 2008 uno membri della famiglia scopre di essere celiaco e nel giro di si è ritrovato a lavorare in un ambiente in cui non poteva toccare nulla: questo ha dato lo stimolo ai titolari per informarsi sul mondo della celiachia e soprattutto su come il glutine venisse sostituito nella preparazione di piatti dolci e salati. Ampia l’offerta dolce: si parte dalla colazione, con croissant, brioches, ciambelle ricoperte di zucchero, cannoli di sfoglia, ma anche muffin e donuts, per passare alla pasticceria tradizionale – bignè, tartellette alla frutta, babà, biscotti tradizionali, crostate – e arrivare all’ampio reparto torte, fra cui le classiche, come la Sacher, la charlotte e la mimosa, e quelle più moderne e creative, le così dette specchiate

 

Marra pausa e delizie, Cantù.

Un vero e proprio luogo per coloro che hanno intolleranze di vario tipo, la linea salutistica dei Marra, che affianca quella tradizionale, comprende specialità senza farina di frumento, zuccheri raffinati, uova o lattosio. I dolci sono realizzati con farina di mais, di farro, di miglio e di quinoa, con l’aggiunta di olio extravergine d’oliva al posto di burro o altri grassi animali, zucchero integrale di canna, miele del lago di Como. Con la crescita di clienti con diverse tolleranze alimentari, si è reso necessario per l’azienda modificare la loro attività comprendendo anche alimenti gluten free. Qui si possono assaggiare diverse creazioni originali, che non riproducono la linea classica: le tartellette di miglio e riso alla pera e cioccolato, quelle di riso con gelée di mango e passion fruit (anche senza lievito), il tortino morbido al cioccolato, tiramisù e biscuit con farina di riso.

 

 

Share